Un'altra idea di mondo

il Manifesto

Se l’uomo greco era misura di tutte le cose, quello medievale era il depositario delle verità rivelate, quello illuminista era il centro dell’universo, l’uomo moderno chi è?

È un individuo che cercando di ottenere tutto sta perdendo se stesso. L’uomo del XXI secolo, ossessionato com’è dall’inseguimento della ricchezza, del successo, del potere, sta distruggendo i valori che danno un senso all’esistenza. Viviamo in un mondo competitivo e prepotente, frenetico e sfrenato, individualista ed arido, in una società che non concede spazio all’introspezione critica, all’arricchimento culturale, che riduce a mera formalità i rapporti con la famiglia, con gli amici, con i propri simili. La ricerca ed il consolidamento di stili di vita sani ed equilibrati, basati sull’accrescimento del benessere personale e collettivo è un principio irrinunciabile, ma richiede un riforma radicale e ardita dell’attuale visione della società. Il grande cambiamento che abbiamo in mente trae origine da una idea veramente rivoluzionaria, un’altra idea di mondo, appunto, perché una mentalità totalmente nuova si deve costruire. Sarà una rivoluzione copernicana al contrario, che ricolloca al centro di tutto l’Uomo, la Terra ed il suo fragile Ecosistema, così gravemente minacciato dai troppi abusi e comportamenti dissennati.

Il secolo appena trascorso ci ha dato il benessere economico, e questo è un risultato da non sottovalutare, ma oggi rischiamo di perdere tutto per non aver voluto tener conto dei rischi ed agito in tempo. Gli stili di vita proposti dai marketing aziendali, orientati al consumo sfrenato, hanno creato una parvenza di ricchezza, un inganno patinato costruito sul debito e sull’inseguimento di una prosperità finta, fatta di apparenza e visibilità. La bolla è infine scoppiata e ci siamo ritrovati in situazioni di ingiustizia sociale crescente e di povertà reale. Per questo il nostro programma è finalizzato a rivedere i nostri stili di vita convulsi e intemperanti e pretende da tutti noi solo un piccolo investimento in coraggio e lungimiranza. Un investimento piccolo ma fecondo, che porterà profitto sicuro e durevole, perché questo è l’unico treno che arriva a destinazione.
L’Associazione si dedicherà con grande impegno al ripensamento delle correlazioni tra i temi economico-industriali e quelli ambientali, ovvero l’alfa e l’omega di ogni seria riflessione sul presente e sul futuro. Si deve abbandonare la visione romantica e consolatoria di una “madre natura” protettiva e premurosa che vede e provvede ed allo stesso tempo ripudiare quella di una natura vista come riserva di caccia per la bramosia dell'uomo.
Gli eventi catastrofici di questi anni sono molto più di un campanello d'allarme, ci insegnano che non è possibile dare per scontato il pianeta Terra come oggi lo conosciamo. La natura è un perenne divenire, perciò il nostro peso su di essa deve essere compatibile con le sue caratteristiche. Non esiste un equilibrio ambientale predefinito, un assetto privilegiato, uno vale l’altro. Siamo noi esseri umani, dominatori e fragili allo stesso tempo, ad avere un disperato bisogno di questo specifico ecosistema nel quale solo possiamo vivere e che invece potrebbe lasciarci senza cibo, né acqua, né energia. Di qui la necessità di ricercare tutti insieme la strada maestra che ci conduca ad una corretta complementarietà tra le giuste aspirazioni e la contingenza della realtà.
Sapremo attingere dal nostro umano egoismo l’energia necessaria per intraprendere azioni virtuose e previdenti? Per dare corpo a questo sogno l’Associazione metterà al centro del proprio impegno le donne e gli uomini di oggi e di domani, promuovendo in ogni modo ed occasione i comportamenti consapevoli e le scelte responsabili, affinché ognuno si senta custode e garante del futuro del pianeta. In tale contesto un ruolo tutto speciale spetta agli amministratori pubblici, vere sentinelle del territorio e spesso capaci di incarnare la politica nei suoi aspetti di miglior qualità.
I grandi cambiamenti nascono dal basso e l’Associazione intende essere prima di tutto un canale sempre aperto di ascolto e di proposta, dedicato alla creazione ed alla diffusione di idee e progetti che valorizzino le realtà locali e le persone responsabili. Sarà una rete tra i cittadini di tutto il Paese, una piazza virtuale per lo scambio di idee e la libera discussione, ma soprattutto il luogo che darà una voce alle iniziative feconde che stanno nascendo in ogni angolo della penisola, alle esperienze proficue capaci di creare, nonostante la durezza della crisi, un nuovo tipo di benessere basato su un rapporto evoluto ed avveduto con il territorio anziché sul semplice accumulo di beni.
Ognuno di noi si impegna nella divulgazione dei temi cari all'Associazione in particolar modo verso chi meno li conosce e vive una situazione difficile. Ascoltare ed indicare una via diversa per un futuro più sereno e compatibile renderà più bella la nostra stessa vita.

23 febbraio 2014